lunedì 11 giugno 2012

Il rito civile è brutto e cattivo (quasi quanto non avere i contributi!)

LEGENDA:
M= Mater familias
Y=lo sappiamo
P= Pater familias

Non che mi debba sposare. 
Non ora. 
Comunque non sarebbe con rito religioso.
E qua si apre un mondo.
Oggi un giudice mi ha detto che sono una provocatrice. 
Ho dissentito.
Sig. Giudice illustrissimo, Sig. Giudice, io non sono provocatrice. Io sono incazzata!

Mater e Pater familias terroni, al momento più mater che pater.
Colloquio informale e per niente ipotetico.

Y: "..che poi comunque noi ci sposeremo col rito civ..."
Lacrime a fiotti di Mater. Pater potenzialmente ignaro.
M: "Se ti sposi col rito civile tanto vale che lo fai in un buco qualunque, tu lui e i testimoni!".
"Grossa tragedia. Grossa Tragedia. Grossa tragedia. Signore Signore Signore!".
Y: "No signore no!!
M: "E i parenti? Chissà cosa diranno?"
Y: "Ma che cazzo me ne frega dei parenti! Che poi i parenti? Parliamo degli stessi parenti? Cioè i tuoi, invidiosi che manco na telefonata l'anno e i suoi, che ce li teniamo sul groppone da una vita? Cioè stiamo parlando di sti parenti?.
*****
Ed io mi chiedo. Sempre mi chiedo. Ma se proprio vogliamo elargire cazzate, una domanda del tipo
"Ma come mai? Come mai il rito civile. Come mai? eh?"
Anche se, diciamocela tutta..come mai che? Perchè se ti sposi in chiesa ti chiedo come mai?
Vabhè dicevamo: "Come mai?"
D'istinto mi verrebbe da dire che se solo varco la soglia della chiesa piglio fuoco.
La ragione mi farebbe dire che non condividiamo i principi della chiesa e da questa non ci sentiamo rappresentati.
*****
Però poi il tenore è questo:
M: "Ma in comune è brutto!"
Y: "Se ti fa sentire meglio sarà una chiesa sconsacrata!"
M: "?"
M: "Ma in comune è brutto, squallido, puzzone e taratteratarattà!". (Ah ecco!)
 Y: "Quindi preferiresti che quel giorno lì i miei pianti fossero d'angoscia e tristezza?"
M: "SI!" 
Y: "Ah ecco!"
M: "Ma poi senza fiori, senza musica, senza vestito bianco, senza Dio."
Y: "Solo senza dio!"
M: "Ma poi vi sposate in chiesa!"
Y: " No, definiamo tutto in un'unica soluzione in quella sconsacrata!.
M: Ah ecco!
M: Ma allora noi cosa ti abbiamo insegnato? Tutta l'educazione che ti abbiamo dato!
Y: "In effetti su quella ho cominciato a pormi dubbi in fase d'adolescenza!".
M:" Ma vi sposate senza avere neanche i contributi?!
Y: "?"
M:" Alla pensione non ci pensate? Senza neanche i contributi..!".
Y: "Mamma ti ricordi che sono una libera professionista e l'uomo del sud è musicista e che faremo la fame ma meglio la fame che la tristezza o perlomeno meglio la fame e la tristezza se la condividi bene la tristezza eh mamma?"
M: "Ma tuo fratello l'ho fatto sposare prima civile poi in chiesa!".
Y: "Si!"
M:" Quindi tu non lo puoi fare!"
Y: " Vero io solo civile! Concordo!
P: " Comunque le ciliege quest'anno sò meravigliose!
******
Ovviamente le interpretazioni del Pater ve le lascio tutte!

e...Che nessuno separi ciò che l'uomo e la donna decidono di unire.



4 commenti:

Debora ha detto...

Che purtroppo i genitori son così... E te lo dico che noi ci siamo sposati in chiesa, non che io non ci creda, intendiamoci, ma a me sembra che i tempi bui del Medioevo siano tutt'ora in auge... Nemmeno io mi sento rappresentata da questa Chiesa, fonte inesauribile di delusioni... E se poi penso che sono uomini che sono fallibili quanto me, che possono dispensare o meno il perdono... Beh, io sostengo che la scelta spetti a te e all'uomo del sud soltanto. Io tornassi in dietro, cambierei molte cose del mio matrimonio, moltissime che alla fine sembrerebbe del tutto un'altra cosa. Non ho rimpianti, sono felice di quel giorno, è stato tutto bello, ma col senno di poi sarebbe potuto essere perfetto, apportando quelle SOSTANZIALI modifiche che oggi mi rendo conto non mi avrebbero fatto fare quei cambiamenti cui, tutt'ora, auspico....

IL grillo parlante ha detto...

Credo che ognuno debba essere libero di scegliere, in piena libertà, da pianti di mater e ciliegie di pater. Credo che io non vorrei mai essere sposata da un sindaco leghista, o un vicesindaco pidiellino, o un assessori fankazzista, ma credo anche che non vorrei essere manco sposata da certi preti che mamma-mia-mi-viene-la-pelle-d'oca. Però credo in Dio e credo nel fatto che lui abbia benedetto la nostra scelto, io la vostra scelta se volete la benedico io.. che non sono Dio sia chiaro, ma manco un sindaco leghista o camorrista. Ma ti voglio bbbene. E quindi mi piace pure la chiesa sconsacrata.

yashanti il blog di una donna del sud ha detto...

vi adoro!

Debora ha detto...

Pure io a te!!