giovedì 16 febbraio 2012

Arrivederci signò!

Non mi sono spezzata gambe e braccia, nessun ghiacciolone mi si è conficcato nel capocollo cadendo dal balcone di quello che mette il cartello “caduta neve” però non è che la spala sto bastardo!  Qualche culata si ma con gli airbag naturali che mi ritrovo al massimo c’ho guadagnato in rassodamento del gluteo.
Il vero problema è l’esaurimento della gente. Lo pensate tutti. Lo so.
Nessuno sa più guidare. Tutti rincoglioniti diventano. Invece di schiacciare il freno, sfondano l’acceleratore, sembra che nessuno conosca più le basi: distanza di sicurezza e non schiacciare il freno sul ghiaccio altrimenti sei scemo! Difficile?
Se sei pedone, affanculo tutti i motori
Se sei in motorino, sei scemo e basta.
Se sei in macchina, affanculo tutti i pedoni.
Se sei in bus……e qui si apre un brutto mondo!
Gente strana transita sui bus. Io non lo prendo da quando avevo 8 anni. A Bologna son precisi, ma brutto affare i bus. L’esperienza del bus secondo me ti fa crescere. Ti svegli subito! Se sei rincoglionito, ti svegli subito dopo due giorni di bus!
Oltre al fatto che senza alcun intento, ogni volta che lo prendo, mi ritrovo in mezzo ad una congrega tunisina. Io le vedo le altre ragazze! Di fianco c’hanno il nonno, l’infermo, la gravida. Io no. Io ho la congrega. Oh mica per razzismo eh? Si fa per dire! Però…e  che cazzo!”
Poi sempre l’autobus che si rompe devo prendere io. Quelli sani mi scansano. Mi scansano quelli sani, quelli puliti, quelli in orario, quelli senza controllore. Solo autobus cessi devo prendere io.
E poi dopo un giornatone di merda, salgo su questo. Profumato, pulito, nessuna congrega, con la musichetta ambient. Azzz! M’appoggio al signore, mi chiede scusa, mi offre un posto. Così ora leggo! E leggo. Bello l’autobus. Non è vero che è cesso. E’ bello! Poi.
Poi arriva la vecchia. Attenzione non l’anziana dolce dalla quale solo guardandola puoi imparare qualcosa. Attenzione, non la signora anziana bisognosa di appoggio alla quale porteresti la spesa, attenzione non l’anziana! La vecchia! Manco si siede che già sento un…..”maleducata”.  Dopo circa 15 minuti d’infamie capisco che sono io la destinataria di tali turpiloqui! Perché? Perché io mi sono seduta nel posto riservato.
Riservato a chi? Il bus è vuoto signo’!!!!
“ E non rispondere, bambina arrogante che non sei altro! Perché lo so come fai! Ti metti lì a leggere e poi fai finta di niente, tanto chi se ne frega dei posti riservati! Sai leggere no? Stai leggendo, dovrai pur saper leggere! E allora leggi qua se sai leggere! Qua si siedono i vecchi, le gravide e gli infermi!
Y. “signò il bus è vuoto”!
“ E non mi rispondere, che mi devi rispetto, cara bambina! Ma i tuoi genitori l’educazione? Eh? E pretendi pure di avere ragione? Eh? Eh? Eh?
…………..trattieniti!.......NO…………trattieniti!........NO!!!!!

Y: “ Senta signora, mi dispiace molto che lei risenta di gravi problemi personali che non riesce a risolvere in famiglia, però allo stesso tempo ritengo che abbuttare la gente sull’autobus direzione Casalecchio non sarà la soluzione! Inoltre io non sono una bambina, ma anche se fossi nata ieri lei non dovrebbe darmi del tu per lo stesso motivo per cui non lo faccio io che rispetto la sua età ed il fatto che mi è estranea. Per concludere, cara la mia signora, mi dispiace vivamente che lei si reputi un’anziana inferma col bastone perché invece io la vedo proprio bene! Molto arzilla la vedo signora! Inoltre signora, mi pare di aver capito che sa leggere signora, quindi a meno che lei non sia incinta signora, e la vedo dura cara signora, oppure abbia al seguito bambini e carrozzine signora, nemmeno lei ha tutto quel diritto di stare lì dove siede! Arrivederci signò!

1 commento:

Cabi ha detto...

Come ti capisco! Qualsiasi cosa tu faccia per certi soggetti è sempre sbagliata...escono di casa già con la bile ingrossata...