giovedì 20 gennaio 2011

QUELLI CHE...nemmeno i calci in culo

ANONIMO:

Ma quante ca***te hai sparato!! E' una terrona da generazioni che parla (ah, se ti dovessi imbattere in un congiuntivo coniugato erratamente, o in una virgola accidentalmente finita al posto sbagliato, ti pregherei di farmi avere una notifica a casa, provvederei eventualmente a correggggggere la mia grammatica da terrona).
Comunque miei cari polentoni, la vostra è tutta invidia! Vi piacerebbe avere la nostra vitalità e il nostro grande cuore... però voi siete abituati a non conoscere neppure il vicino di casa che sta là da 30 anni, figuriamoci se al matrimonio ci possono essere più di 10 persone... non invitereste nemmeno i genitori se dipendesse da voi... Al sud c'è bisogno dell'approvazione... a 18 anni si è zitelle... forse ci sei stato il secolo scorso ;-) e poi vogliamo mettere le mogli del sud con quelle del nord??? Ma l'espressione illuminante è stata "al sud la donna non serve a un cazzo". Posso affermere tranquillamente che tu in una casa del sud non ci sei mai stato. Al sud è la donna l'anima della casa. In tutto e per tutto. E le decisioni, anche se non potrebbe sembrare, è sempre la donna a prenderle. In tutto e per tutto. Perciò caro il mio bastardello, prima di improvvisarti reporter, faresti bene a documentarti un minino sull'argomento che, in quella testolina dove gli unici 2 neuroni rimasti
fanno manovra per spostarsi, ti è passato di trattare.
Saluti dal Sud, Terra che diede i nativi alla CIVILTA'.

11 gennaio 2011 11:24

Elimina
Blogger yashanti il blog di una donna del sud ha detto...

caro anonimo, prima di tutto se fossi civile paleseresti la tua presenza con un nome. Poi noto con piacere che hai colto lo spirito del blog...le critiche sono sembre ben accettate qui, aiutano a capire a muoversi. Gli insulti invece non servono ad una beata minchia. Avendomi attribuito due neuroni, non posso far altro che ringraziarti per il complimento. In realtà ne è rimasto solo uno che haimè sono costretta a sovraccaricare per risponderti. Quanta voglia di scrivere hai! dovresti aprirti un blog, non credi? unico suggerimento, ripassa i congiuntivi e datti un nome credibile. Per il resto sarebbe bello poter conversare con te; in questo modo forse riusciresti a farmi rimpiangere il mio non rientro in quella bellissima puglia che è la mia terra. Sono nata in una famiglia del sud e ci sono cresciuta per 30 anni. Mi spiace non essere riuscita, con le mie parole a creare il giusto senso di prospettiva letteraria, anche solo per te. Dovrò impegnarmi di più ora e almeno provarci.
Per il momento se ci fai il piacere di toglierti dal cazzo, sono certa che chiunque qui te ne sarebbe molto grato.
La tua cara bastardella (che nemmeno te l'immagini quant'è vero!)


4 commenti:

yashanti il blog di una donna del sud ha detto...

Signori,
ho ricominciato col botto!!!

Debora ha detto...

Ma ben tornata, ecchecazzo, ben tornata, e approvo tutto quanto tu hai scritto a chi ancora una volta caga pensieri solo perché dio gli ha dato l'uso improprio della parola, ahimé non dotandolo di un cervello che articolasse le uscite..
Saluti, da chi, sebbene per solo un 50% appartiene al fantastico mondo del sud..made in sicilia..più a sud di così....peccato che l'altro 50 % è made in toscana..un mero 100% di bastardaggine che fa il botto veramente con poco..non so se sono stata spiegata....

yashanti il blog di una donna del sud ha detto...

poveretta la nostra anonima...in effetti non avevo pensato alle bestemmie che le sarebbero arrivate da parte vostra! davo per scontate solo le mie.Inoltre penso sia un gran peccato che, nonostante lo svilente impegno che, sono certa ci avrà messo per capire e interpretare questo blog,non abbia compreso che io appartengo al genere femminile e non maschile...oh signore ma son forse io che pecco d'ignoranza? no Signore, sto cazzo che sono io!eh!

Debbi tesoro,ti mando un bacio grande.

UIFPW08 ha detto...

davvero con il botto, brava complimenti