venerdì 20 febbraio 2009

yashanti best most popular vado a lavorare in miniera award

Bene. Stavo trotterellando trottante nel word wilde web (perchè è un brutto mondo anche lì) e ...thò cosa t'incontro?

Una roba denominata BEST POST AWARD. Ho pensato subito Grammy Award, mtv music award.. basta. Non credo di aver pensato altro.

E insomma dico. Fico dico. "Che si deve fare?" dico.

Io interpreto che si deve saper scrivere tanto bene. Poi interpreto che una giuria, senza alcuna imparzialità ma molta discrezionalità, senza arte e senza parte, estrae cinque bravi scrittori da cinque "non c'entriamo un cazzo l'una con l'altra" categorie. Poi chi non ha una bisacca da fare, magari ti vota. E magari se sei bravo bravissimo vinci pure. E se sei bravo bravissimo e vinci pure, vinci una tazza. Oh! a me pare di aver capito che si vince una tazza assieme alla gloria nazionale.
All'inizio con sta storia del "si deve scrivere tanto bene", nonostante il rammarico, mi sono auto esclusa.
Poi mi sa che sta cosa l'hanno riformata, data la prevalenza di candidature provenienti da un' autorevole massa di minchioni che si spacciano per scrittori sperimentali, sfornando cagate a tutto spiano. A quanto pare siamo in tanti. "Con la riforma ci sono buone possibilità addirittura di vincere" ho pensato!
Allora ho linkato di prepotenza il mio post "anche no all'ordine" - cavallo di battaglia persa a tavolino.
In sostanza, visto che le premesse di partecipazione (saper scrivere a cazzo) non erano incentivanti e l'euforia del premio.. ma che ve lo dico a fare, diciamo che mi sono proposta al best post award per avere la conferma che devo andare a lavorare in miniera invece che scrivere e per riassicurare gli amici che "si credetemi è accaduto, sono un pò picchiatella, lo sono davvero. Davvero, ti giuro!"
Bello ello ello! Allora ho partecipato e ho avuto pure la conferma che devo andare a lavorare in miniera. Pare che su cinque categorie gli unici che sappiano scrivere tanto bene siano in totale tre o quatto. Solo tre o quatto ripetuti all'esasperazione per tutte le categorie.
Ma io voglio partecipare uguale e il mio Award me lo lancio da sola.
Benvenuti, quindi, al yashanti best most popular vado a lavorare in miniera award

Quindi apro le votazioni:


  • per dichiarare apertamente che sono un pò picchiatella e che devo andare a lavorare in miniera.. NON VOTARE!
  • per dichiarare apertamente che anche se sono picchatella, per che cazzo devo andare a lavorare in miniera ..VOTA!
  • per dichiarare apertamente che senza di me la tua vita non ha più senso (con conseguente eco di ritorno "ma vai a cagare".. VOTA!
Per votare devi miserabilmente lasciare un commento. Il giudice unico e imparziale (io) deciderà il vincitore.

Post in gara: questo


Ci tengo a comunicare, onde evitare possibili fraintendimenti, che i nullafacenti che voteranno per non farmi andare in miniera, o voteranno perchè senza di me la loro vita non ha più senso, bhè, non mi spilleranno un centesimo!

post scriptum: invito all'eventuale voto solo i fankazzisti. No gente seria. No gente impegnata. A loro intimo di fottersi il proprio tempo in modo più proficuo.

2 commenti:

Le Favà ha detto...

Io non voto. Anche perchè con la crisi tornare ai vecchi lavori semplici porterebbe la nazione verso una nuova ideologia.

Tipo:

Senza Studio Aperto, ma lo so, sono utopie. Nel compenso ho commentato il post in gara. Era troppo dolce per non essere morsicato un po'. e quel dolce ti fa capire quanto questo mondo deve cambiare.

yashanti..il blog di una donna del sud ha detto...

senza studio aperto, senza rete 4 e quel paraculo di emilio fede che però bisogna ammetterlo, ha fatto del paraculaggio una professione redditizia...ma qua si va sul politico...troppo impegnativo a codesta ora....in compenso che bello, il mio post è dolce.